La cuccia, consigli - Falegnameria Serena

Vai ai contenuti

La cuccia, consigli

Consigli / Fai da te
 


Reggio Emilia, 16/02/2023
Scelta della Cuccia per cane: consigli, caratteristiche, pregi e problematiche.


Dopo tanti anni dedicati alla costruzione di cucce e l’esperienza di una vita insieme ai miei Cani, sento di poterti dare qualche consiglio per la scelta della tua nuova cuccia o per migliorare le prestazioni di un acquisto già fatto.
Sembrerà banale ma prima occorre scegliere il cane poi la sua casetta, spesso c’è chi si sceglie la cuccia come fosse un arredo poi si va alla ricerca del cucciolo.
La misura: individuare la giusta misura è molto semplice innanzi tutto non devi preoccuparti dell’ingombro che avrà in giardino, ma unicamente dello spazio vitale del cucciolo che dovrà passare tutta la vita nella nuova casa.
Informati bene delle dimensioni che assumerà il tuo cucciolo quando sarà adulto, di norma il maschio è più voluminoso della femmina, nella scelta della nuova cuccia due sono i dati da valutare:
Altezza al garrese, il foro d’ ingresso misurato in esterno da terra all’estremità del passaggio deve essere uguale o maggiore al garrese del cane adulto.
Larghezza: osserva un soggetto adulto quando dorme, lo spazio da lui occupato sarà la misura minima dell’interno cuccia, ma non esagerare nella maestosità perché se troppo grande durante la stagione fredda sarà un problema riscaldare la nuova cuccia.
Spessore pareti: esistono in commercio molti modelli di cuccia. Trascura il colore o il prezzo, ma guarda lo spessore delle pareti che devono essere tali da poter contrastare la Tramittanza (proprietà della temperatura esterna di attraversare una superfice)
Apertura/ingesso: dovrà permettere al cane di entrare senza compressione e non troppo grande in modo da non fare entrare troppo freddo durante l’inverno.cuccia del cane,come scegliere la misura giusta per
Dotare la luce di ingresso di una tendina in juta o straccetto fissato internamente. In questo modo la tendina si riposizionerà sempre a posto dopo ogni ingresso del cane. Questa deve essere rimossa in primavera.
Evitare assolutamente tendine in materiale plastico in quanto non lasciano passare ossigeno sufficiente alla respirazione del cane. In alternativa dovranno avere tagli verticali per favorire un passaggio minimo di aria esterna.
Posizionamento: il posto ideale per posizionare la cuccia è vicino a una parete della casa, in questo modo il cane avrà ombra e riparo dal vento. Se possibile posizionare la cuccia in una rientranza della casa per favorirne la proteione dagli agenti esterni.
L’orientamento rivolto verso il cancello (funzione di sorveglianza e guardia ) e in luogo visibile da almeno una finestra di casa dalla quale potrai in ogni momento monitorare il tuo cane.
Interno cuccia: non deve mai mancare un panno o un cuscino che contribuirà ad assorbire l’umidità che il cane raccoglie normalmente in esterno e a trattenere il calore emanato da suo corpo.  
Periodicamente sostituire o lavare il panno.
Riscaldamento: comodamente seduti davanti al caminetto è abitudine pensare “i cani hanno sempre dormito fuori, non soffrono il freddo…” In realtà non è così: anche se il cane è dotato di pelo e sottopelo, che diventa più folto durante la stagione invernale, oltre certi limiti il cane soffre il freddo solo che “non lo può dire “
Buona e rispettosa cosa nelle zone e stagioni fredde è il dotare la cuccia di un riscaldatore “stufetta” questa dovrà essere posizionata a parete e di moderata potenza. Il suo scopo deve essere quello di migliorare l’ambiente cuccia di solo qualche grado max. 4/6°, che aggiunti al normale calore del corpo portano la temperatura interna a 8°/ 10° possibilmente scegliere impianti a batteria o alimentati con corrente 12 volt aventi trasformatore e prese lontano dalla portata del cane.
Evitare marchingegni a 220 volt, forse economici, ma potenzialmente pericolosi per l’uomo e per gli animali.come proteggere il cane dal freddo invernale
Evitare impianti che scaldano troppo o lampade posizionate troppo vicino al cane, potresti rischiare di ustionare irreparabilmente il cane.
Temperatura di 18/20 gradi in cuccia apparentemente piacevoli in realtà impedirebbero nel lungo periodo la naturale difesa del cane dal freddo invernale attraverso formazione cutanea di grassi e pelo più folto… il cane fuori cuccia rimarrebbe senza difesa dal freddo rischiando l’ipotermia.
Durante il periodo invernale è importante curare particolarmente la dieta del cane che vive all'aperto, meglio se seguita da un veterinario. Controllare spesso che l’acqua nella ciotola non sia congelata (nei mesi freddi non usare ciotole in metallo, possibilmente usare contenitori in terracotta o legno con forma conica per evitare che la pressione del ghiaccio prema sulle pareti con conseguente rottura della ciotola.)
SERENA falegnameria
via Roncaglio 65/b
42025 Cavriago
Reggio Emilia
tel. 0522 577151
info@casetteonline.it
EHS
Electric Heating Systems
Reggio Emilia
vendita On-line
www.ehsystems.eu
info@ehsystems.eu
Torna ai contenuti